La “Casa di Vetro” dello Sceriffo De Luca trasformata in servizio igienico.

Ancora un duro attacco del Presidente dell’Associazione “Campo Sud”, On. Marcello Taglialatela, all’indirizzo del Presidente della Giunta Regionale della Campania per la curiosa e imbarazzante situazione determinatasi sul sito ufficiale della Regione Campania ove, per motivi di “trasparenza” degli atti pubblici prodotti dall’Esecutivo Regionale, non ultime le nomine e gli incarichi conferiti a vario titolo da Assessori e dal Presidente della Giunta Regionale, compare il nome fortemente discutibile di un beneficiato ………. e poi……….scompare!

Ma chi é questo personaggio che entra ed esce dalla cosiddetta “Casa di Vetro” voluta da De Luca per garantire e, soprattutto, ufficializzare l’adozione di atti “legittimi e trasparenti” della sua Amministrazione? Si tratta del Dottor Carmelo Mastursi, Salernitano, vecchia conoscenza della politica regionale,  ex  Responsabile politico dell’Organizzazione del PD Campano, nonché ex Capo della Segreteria Politica del Presidente De Luca a Palazzo Santa Lucia. Il Mastursi, all’indomani dell’elezione di De Luca in regione (in occasione del suo primo mandato nel 2015), rassegnava improvvisamente le sue dimissioni dal ruolo di Coordinatore della Segreteria del Governatore, affermando di non poter reggere il peso di due incarichi politici così impegnativi e complessi. Dimissioni immediatamente accettate e ratificate da De Luca nelle 24 ore successive. In realtà, dopo poche settimane, si veniva a conoscenza di una indagine a carico del Mastursi per tentata corruzione nei confronti di un Magistrato del Tribunale di Napoli, con successiva condanna in primo grado del politico PD salernitano.

Passato qualche anno da quegli accadimenti e “narcotizzate” le coscienze politiche degli attori di quelle imbarazzanti vicissitudini giudiziarie, ecco che si ritorna alla carica per un recupero postumo del Mastursi per ruoli politici probabilmente diversi e forse meno “impegnativi” dei precedenti. Da qui l’entrata e l’uscita repentina dalla “Casa di Vetro” della  contestata e nuova nomina attribuita al Mastursi. Non senza evidenti esitazioni o ripensamenti della Giunta.

Ma torniamo all’autore della polemica. Colui che ha scoperto l’ennesimo, imbarazzante autogol della Giunta De Luca:

D: Onorevole Taglialatela, come é riuscito a “cogliere” il momento della pubblicazione della nomina di Mastursi sul sito della Regione e la repentina sparizione della notizia dalla “Casa di Vetro”?

R: E’ una mia antica abitudine quella di essere sempre attento agli atti della Pubblica Amministrazione. Leggere gli atti, tenermi informato. Una deformazione professionale, diciamo.

D: Cosa ne pensa di questa storia. E’ uno scivolone della Giunta Regionale?

R: No! E’ un atto grave che conferma il totale disinteresse di De Luca per il rispetto delle Leggi e della decenza. La “Casa di Vetro”, grazie al suo Presidente, si trasforma in un servizio igienico che viene usato per occultare le miserie di chi non mostra rispetto dei ruoli istituzionali. De Luca ha il dovere di chiarire se la nomina di Mastursi é stata revocata o semplicemente occultata! La “Casa di Vetro” -incalza Taglialatela-  dovrebbe assicurare la trasparenza degli atti amministrativi ma, al contrario, assistiamo alla comparsa e alla successiva scomparsa di una nomina discutibile di un soggetto già Coordinatore della Segreteria del Governatore della Regione Campania, poi condannato per tentata corruzione nei confronti di un Giudice. Una iniziativa politico-amministrativa  davvero incresciosa, inconcepibile.