Nella decisione pesano le “tante denunce effettuate in questa fase da Covid-19 ma anche la mancata assistenza al territorio a cui i vertici nazionali non hanno dato seguito”

Terremoto nella U.P.L. Sicurezza: in Campania lasciano i Segretari Generali di Napoli e Caserta, Roberto Massimo e Antonio Nuzzolo, quest’ultimo rivestiva anche la carica di Segretario Nazionale, svuotando di fatto il Sindacato in Campania per confluire nella U.S.I.P. Progetto della U.I.L.
La decisione, che consentirà alla U.S.I.P. nella Federazione FSP, di divenire tra i maggiori attori sindacali tra le forze di Polizia in Campania, è da ricercare nella mancanza di “appoggio da parte dei vertici nazionali rispetto a tutte le battaglie e denunce effettuate in questa fase caratterizzata anche dal covid-19”.
Ricordiamo che la UPL Sicurezza, nella figura dell’allora Segretario Roberto Massimo, era stato l’unico sindacato a denunciare che un poliziotto nel napoletano “attendeva da due settimane il tampone pur avendo palesato tutti i sintomi da coronavirus”, oltre a segnalare costantemente la “mancanza adeguata di dispositivi di protezione individuale per gli agenti di polizia sempre in prima linea”.
La U.S.I.P. della U.I.L. Nazionale attraverso il proprio portale internet esprime “tutto il compiacimento di questa classe dirigente sindacale per la scelta operata a favore dell’unico progetto Confederale UIL all’interno della Polizia di Stato, cioè l’U.S.I.P. Una scelta fatta con serietà d’intenti la quale mette di certo in evidenza che l’appartenenza ai valori confederali non sono una bandiera da sventolare a proprio piacimento, ma al contrario sono un sistema di valori che devono, inevitabilmente, tradursi in fatti concreti di appartenenza ad un modello sindacale realmente applicato”.
“Con gioia ed orgoglio aderiamo alla U.S.I.P., unica sigla riconosciuta dalla U.I.L ed ai cui valori Confederali si ispira. Un ringraziamento per questa brillante operazione condotta (che porterà l’U.S.I.P. a divenire per numeri e per forza della proposta progettuale tra i Sindacati di Polizia di riferimento nel napoletano e nell’intera Regione Campania) ai vertici Regionali e Nazionali U.I.L., nonché al Segretario Generale Vittorio Costantini che con competenza ed esperienza ha chiuso una straordinaria operazione”. Ha dichiarato l’ex Segretario Generale di Napoli della UPL Sicurezza Roberto Massimo.