Dal Governo altri 100 milioni per il Centro Storico

Ma De Magistris ha già sprecato altre occasioni di interventi per la città.

Proprio oggi, mentre prende vita il nostro strumento di approfondimento e di commento sulle vicende più significative che riguardano il nostro territorio, arriva la notizia di nuovi finanziamenti in favore del Centro Storico di Napoli destinati al recupero di edifici e complessi monumentali che da decenni vivono in uno stato di abbandono.

Quasi 100 milioni di euro stanziati dal governo nazionale e destinati al comune di Napoli.

Certamente una buona notizia, sopratutto in ragione della capacità e della potenzialità di sviluppo turistico per la nostra città. Tanti soldi che si aggiungono ai tanti altri finanziamenti che sono già arrivati a Palazzo San Giacomo nel corso degli ultimi dieci anni.

Bagnoli, la metropolitana, il porto, Napoli Est ed il precedente progetto Unesco per il Centro Storico sono state le opportunità che il sindaco di Napoli (quello attuale ed i suoi predecessori) ha avuto e che ha vergognosamente sprecato.

Siamo in presenza di una serie di clamorosi fallimenti che rendono amara la notizia di ulteriori finananziamenti a favore di Napoli.

Lavori infiniti, progettazioni incomplete, scelte strategiche prive di buon senso rappresentano la costante degli amministratori di Palazzo San Giacomo.

Una incapacità amministrativa che ha già condannato i napoletani a perdere decine di milioni di euro di finanziamenti europei a causa della sciatteria ed incompetenza di De Magistris e della sua amministrazione.

I lavori di via Marina, il completamento di piazza Garibaldi, il costante degrado delle periferie sono solo gli esempi più eclatanti di un fallimento totale.