De Magistris e De Luca: uno scaduto,
l’altro abusivo

Il fallimento del Sindaco ha anticipato la sentenza della Consulta

La Corte Costituzionale dichiara inammissibile il ricorso del Sindaco di Napoli contro l’incostituzionalità della Legge Severino e certifica come De Magistris abbia occupato impropriamente in questi ultimi mesi la poltrona di primo cittadino.
Ma la vicenda che riguarda il Sindaco arancione è pressoché ormai risolta. Ci avviamo di fatto verso la scadenza naturale di quello che sarà il suo ultimo mandato da primo cittadino.
È alquanto improbabile, infatti, una sua rielezione visto il fallimento della sua azione politica ed amministrativa.
La gravità della vicenda De Magistris è tutta politica.
Cinque anni in cui Napoli è stata condannata all’arretratezza ed al sottosviluppo, con le periferie abbandonate al proprio destino quasi non fossero parte integrante della città e con il centro storico privato ancora oggi dei Fondi Europei necessari al suo rilancio, per via della sola incapacità di questa amministrazione.
Questi sono solo due dei grandi fallimenti della “rivoluzione arancione” che si è caratterizzata per la totale mancanza di una visione che potesse portare la nostra città li dove merita di essere, per bellezza, storia e tradizioni.
Una sentenza “scontata” quella della Consulta per molti esperti della materia, il cui eco rimbomba fino ai piani alti di Palazzo Santa Lucia facendo tremare lo stabile ed il neo Governatore De Luca.
Vicenda, quella di De Luca, che dimostra il totale egoismo e disprezzo che hanno quest’ultimo ed il Partito Democratico nei confronti delle Istituzioni e dei cittadini della nostra regione.
L’ex Sindaco di Salerno si è candidato nonostante la sua situazione giuridica fosse già molto chiara, condannando in questi primi sei mesi la Regione Campania all’immobilismo ed alla paralisi.
Una situazione grave che i cittadini campani stanno già pagando sulla propria pelle e che rischia di protrarsi altri mesi ancora (un anno e mezzo per la precisione), visto che la Severino è chiara e, come dimostra la vicenda De Magistris, non ammette interpretazioni.

Autore

One Response to “De Magistris e De Luca: uno scaduto,
l’altro abusivo”

  1. 22 ottobre 2015

    luigi bosso Rispondi

    Questa vicenda ci fa capire ancora una volta che : per alcuni di Noi le leggi si applicano, per gli amici si interpretano, per quelli di sinistra si eludono. Poi se Berlusconi adotta la prescrizione è uno scandalo ma se lo da De Magistris semplicemente è stato assolto…..su De Luca poi gli faranno finire il suo mandato esattamente come l’ ormai ex sindaco di Napoli. Luigi Bosso

Lascia un messaggio

La tua mail non sarà pubblicata. Required fields are marked *

*